Ricordi che emozionano

pubblicato in: Complementi d'arredo, Decor | 0
Surf

Per sentirmi a casa, mi piace avere intorno oggetti che mi emozionano che parlano della mia vita, delle mie passioni, dei miei ricordi.
E’ un modo di personalizzare l’ambiente ed è importante quanto la scelta del colore delle pareti o dello stile degli arredi.

Non parlo di un’esposizione di oggetti che rischi di trasformare la casa in un’esposizione di oggetti vintage, ma di alcuni richiami che s’inseriscano con armonia e delicatezza nell’arredamento dell’ambiente.

Oggetti che non urlano la loro presenza, ma la sussurrano a chi la sa ascoltare

ben sapendo che probabilmente sarò soltanto io ad ascoltare cosa hanno da dire poiché soltanto io conosco la storia che ci sta dentro.

Mi aiuta a sentirmi a mio agio e a creare un’intimità con la stanza, insomma mi fa stare bene.

Può essere la vecchia fotografia dei bisnonni, la scultura in legno acquistata in un viaggio lontano o la prima racchetta da tennis che ho deciso di appendere al muro.
Oppure ancora la locomotiva con cui giocavo nella mia infanzia o il modellino del vecchio maggiolino con le tavole da surf che mi richiama alla mente la magica vacanza a San Sebastian.

Ognuno di noi ha foto, ricordi, oggetti che lo emozionano. Bene, è momento di tirarlo fuori dal baule e di trovargli un posto di rilievo in modo da poterne godere in ogni momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.