Dicembre. Feste e calore

pubblicato in: 5 sensi | 0
Dicembre. Feste e calore

Dai primi giorni del mese, le decorazioni dei negozi e l’illuminazione per le strade ci ricordano che

stanno arrivando le feste natalizie.

In realtà, gli addobbi iniziano ogni anno sempre con maggior anticipo, ben prima di dicembre, come se gli ultimi 2 mesi dell’anno fossero soltanto un periodo di aspettativa del Natale e del capodanno in arrivo.

Per chi vive il Natale come momento religioso, l’attesa e la preparazione non seguono certo il percorso di luci, regali e viaggi esotici, ma per chi invece guarda a questo momento come
occasione di festeggiamento e stacco dal quotidiano,

dicembre rappresenta festa e allegria.

E’ voglia di amici, di famiglia, di ferie, di acquisti e regali e probabilmente anche voglia di rottura della monotonia della routine
Fuori c’è il freddo, la foschia se non la nebbia, qualche volta vediamo pioggia e neve, mentre dentro casa c’è calore fisico ed emotivo. Da questo punto di vista,

dicembre è il mese più caldo dell’anno

In casa non solo ci accoglie una temperatura confortevole, ma anche un calore in senso figurato.
E’ immediato capire l’impressione che ci suscita la vista di una candela o addirittura un caminetto acceso sia per i colori vivi del fiamme sia per la sensazione fisica di calore generata dal fuoco. Ma ci sono oggetti e immagini che evocano la sensazione di calore anche emotivo conferendo all’ambiente una speciale intimità.

I materiali hanno su di noi un forte impatto, basti pensare all’effetto che ci procura la vista di un arredamento in legno scuro contrapposto ad arredi di vetro e metallo. Allo stesso modo, gli elementi tessili possono cambiare l’atmosfera con una vaporosa coperta o soffici cuscini di lana, con un runner di tessuto a trama spessa e colori caldi o un morbido tappeto.

Ma oltre ad elementi ricollegabili ai sensi della vista e del tatto, possiamo pensare di focalizzarci su tutti i cinque sensi:

Possiamo pensare

all’olfatto, utilizzando fiori, candele o essenze profumate

all’udito, facendo suonare un brano d’atmosfera

al gusto, posando sul tavolo cioccolatini o dolcetti che inviano un messaggio di accoglienza e condivisione.

Facciamo in modo che entrare a casa sia

un’esperienza che coinvolge tutti i nostri sensi

in cui ogni piccolo aspetto partecipa ad un progetto unitario e personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.